Vendere su Amazon Accedi
Questa pagina riguarda la vendita in: Regno Unito

Stati Uniti: tassazione e norme applicabili

Importante: Le informazioni contenute in questa pagina non costituiscono consulenza di natura fiscale, legale o di altro tipo e non devono pertanto essere utilizzate come tali. In caso di dubbi o domande, ti consigliamo di rivolgerti ai tuoi consulenti professionali.

Raccolta e convalida dei dati di identificazione fiscale (Questionario fiscale)

Se sei un contribuente statunitense, compilando il questionario fiscale disponibile nel tuo Account venditore fornirai ad Amazon i dati di identificazione fiscale necessari tramite i moduli W-9 o W-8BEN. L'IRS (agenzia delle entrate statunitense) richiede ai contribuenti statunitensi il Taxpayer Identification Number (TIN, codice di identificazione fiscale) per la gestione della normativa fiscale. Nella maggior parte dei casi, il tuo codice TIN è costituito dal numero di identificazione del datore di lavoro (EIN, Employer Identification Number) o dal numero di sicurezza sociale (SSN, Social Security Number).

Se sei un venditore straniero e non un contribuente statunitense, sei comunque tenuto a completare il questionario fiscale. Le risposte fornite alle domande del questionario consentiranno di creare il modulo fiscale appropriato per il tuo caso. Secondo le normative dell'IRS, i contribuenti non statunitensi sono tenuti a fornire ad Amazon il modulo W-8BEN per essere esentati dagli obblighi di dichiarazione fiscale negli Stati Uniti.

Altre risorse

Normative dell'IRS (Internal Revenue Service) relative alla segnalazione sulle transazioni di pagamento di terzi

Sistema tariffario e aliquote dei dazi

Il venditore ha la responsabilità di rispettare tutte le norme e i regolamenti statunitensi in materia doganale, incluse le prescrizioni applicabili in materia di dazi e imposte. Le imposte e i dazi di importazione sono applicati sulle merci importate negli Stati Uniti da soggetti privati o da entità commerciali. Alcune merci non sono soggette a dazi. USA La Dogana e Polizia di Frontiera degli Stati Uniti (CBP, Customs and Border Protection) non richiede che l'importatore sia in possesso di una licenza o di un'autorizzazione. Altre agenzie potrebbero richiedere un'autorizzazione, una licenza o una certificazione di altro tipo, a seconda della merce importata.

Nota: È tua responsabilità accertarti che tutte le merci siano conformi alle disposizioni regolamentari applicabili.

Per le merci in ingresso, è necessario inserire nei moduli doganali il proprio codice importatore. Corrisponde al numero di iscrizione al registro delle imprese presso l'IRS oppure, nel caso in cui la tua impresa non sia registrata presso l'IRS o tu sia un soggetto privato, al tuo SSN.

Spedizionieri doganali

La merce che arriva negli Stati Uniti attraverso un vettore commerciale deve essere introdotta nel paese dall'importatore registrato (IOR, Importer of Record). Esso può corrispondere al proprietario, all'acquirente, a un suo dipendente autorizzato o allo spedizioniere doganale designato dal proprietario, dall'acquirente o dal consegnatario. Gli spedizionieri doganali sono gli unici soggetti autorizzati dalle norme doganali statunitensi a operare come agenti degli importatori in relazione a questioni di carattere doganale, ivi comprese le operazioni di sdoganamento delle merci importate. Gli spedizionieri doganali sono soggetti privati o imprese autorizzate dalla Dogana e Polizia di Frontiera degli Stati Uniti (CBP, Customs and Border Protection) a preparare e presentare le pratiche doganali necessarie, a provvedere al pagamento dei dazi dovuti, a porre in essere tutti gli adempimenti necessari per il rilascio delle merci dalla custodia della CBP e a rappresentare gli importatori (ovvero i preponenti) nelle questioni di natura doganale. Le commissioni applicate per tali servizi variano a seconda dello spedizioniere doganale e dell'entità dei servizi resi.

Per trovare uno spedizioniere doganale, consulta la sezione Ports del sito web del CBP degli Stati Uniti. Seleziona lo stato in cui intendi importare le tue merci, clicca sul nome della città e, sotto le informazioni sulla città, troverai il link Broker listing (elenco degli spedizionieri doganali).

Obblighi degli importatori non residenti

L'introduzione di merci negli Stati Uniti può essere effettuata da importatori registrati non residenti (esteri). Per diventare un importatore registrato non residente, la persona fisica, società di persone o persona giuridica residente all'estero deve:

  • Nominare un agente residente: uno IOR non residente (estero) deve nominare un agente residente che si occuperà di ricevere i documenti per suo conto. Solitamente, gli IOR non residenti designano il proprio spedizioniere doganale come agente residente. Tale nomina viene effettuata mediante procura scritta.
  • Fornire una cauzione doganale: ai sensi delle norme doganali, lo IOR è tenuto a fornire una cauzione per le merci importate (nota anche come "Continuous entry bond") garantita da una società fideiussoria residente. La cauzione ha un duplice scopo. Innanzitutto, la dogana può rivalersi sulla cauzione in caso di mancato pagamento dei dazi dovuti da parte dello IOR. In secondo luogo, lo IOR è vincolato alle condizioni della cauzione per il risarcimento di qualsiasi danno derivante dalla violazione di dette condizioni. Le condizioni della cauzione prevedono, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, il pagamento di dazi, imposte e tasse, l'esecuzione e il completamento delle operazioni di ingresso nei tempi previsti, nonché l'obbligo di conservazione e presentazione di tutti i necessari documenti ed elementi probatori relativi all'importazione per un periodo di 5 anni. Le dogane dispongono di un elenco delle società fideiussorie approvate. Tali società richiedono solitamente alcune informazioni finanziarie specifiche a garanzia che lo IOR possieda le risorse necessarie per pagare i dazi e i diritti doganali. Lo spedizioniere doganale può fornire assistenza nel trovare una fideiussione per la cauzione e predisporre i necessari documenti.
  • Ottenere un codice IOR: un importatore registrato (IOR) deve richiedere un codice di identificazione agli Stati Uniti Doganali (corrispondono normalmente al codice IRS dell'azienda, per quanto riguarda le società statunitensi, o a un codice assegnato dalla dogana statunitense, per quanto riguarda le società estere). Per ottenere tale codice, puoi avvalerti dell'assistenza di uno spedizioniere doganale.

Diritti di proprietà intellettuale

Ti invitiamo ad accertarti di essere in possesso di tutti i diritti di proprietà intellettuale (per esempio brevetti, marchi o diritti d'autore) necessari per vendere i tuoi prodotti negli Stati Uniti. In particolare, i tuoi prodotti non devono essere contraffatti. La pubblicazione di offerte di articoli che violano la proprietà intellettuale può comportare l'annullamento delle offerte stesse, la sospensione o la rimozione dei tuoi privilegi di vendita. È obbligo dei venditori garantire che i prodotti offerti non violino i diritti di proprietà intellettuale altrui.

Nel caso in cui il contenuto di una pagina prodotto o di un'offerta venga ritenuto vietato, potenzialmente illegale o inappropriato, Amazon provvederà alla modifica o alla rimozione dell'offerta senza alcun preavviso.

Conformità dei prodotti

Consulta Prodotti soggetti a restrizioni per la loro importazione negli Stati Uniti.

Informazioni aggiuntive per i venditori dell'Unione europea

Ai sensi della normativa sull'IVA in vigore nell'Unione europea, Amazon calcola e riscuote l'IVA nell'Unione europea sulle commissioni di Vendita su Amazon relative a vendite effettuate su Amazon da venditori privi di numero di partita IVA europeo e residenti in uno stato membro dell'Unione europea. Amazon addebita l'aliquota IVA standard prevista per lo stato dell'Unione Europea di residenza fornendo una fattura, se richiesta dalle normative locali. Per maggiori informazioni, consulta la pagina dell'Unione europea:

Se sei residente in uno stato membro dell'Unione Europea e hai un numero di partita IVA europeo, fornisci il tuo numero di partita IVA europeo per evitare l'applicazione dell'IVA europea alle commissioni di vendita su Amazon. In Seller Central, clicca su Impostazioni, Informazioni sull'account, Informazioni sulla partita IVA nella sezione Informazioni fiscali.

Per maggiori informazioni sull'IVA nell'Unione europea, consulta la pagina di supporto Europa: tassazione e norme applicabili.

Informazioni sulle imposte trattenute sul marketplace

In base alla destinazione dell'ordine, Amazon potrebbe essere legalmente obbligata a calcolare, riscuotere e versare le imposte di vendita o di consumo nazionali, statali o locali applicabili o le imposte sui beni e servizi (GST) o sul valore aggiunto (IVA), collettivamente indicate come "Imposte". Per maggiori informazioni consulta questa pagina:


Stati Uniti: tassazione e norme applicabili


Accedi per utilizzare lo strumento e ottenere assistenza personalizzata (compatibile solo con browser per computer). Accedi


Ti abbiamo aiutato?
Grazie del feedback.
Come possiamo migliorare questa pagina di aiuto? Nota: Questo modulo non consente di creare un caso per richiedere assistenza al servizio di supporto al venditore. Specifica gli errori presenti nel contenuto.
1000
Che cosa hai trovato utile?
1000
Grazie ancora per averci fornito la tua opinione.
Grazie del feedback. In caso di altre domande, Contact Us.

Raggiungi milioni di clienti

Inizia a vendere su Amazon


© 1999-2020, Amazon.com, Inc. or its affiliates