Vendere su Amazon Accedi
Questa pagina riguarda la vendita in: Regno Unito

Regolamento per le informazioni sugli alimenti preimballati destinate ai consumatori

I contenuti di questa pagina sono da intendersi a uso esclusivamente informativo. Non costituiscono consulenza di natura legale. Ti consigliamo di consultare la legislazione dell'EU e dell'UK o a rivolgerti a un consulente legale in caso di domande sulle leggi e sui regolamenti che regolano i tuoi prodotti. Questo documenta riporta le informazioni aggiornate al momento della stesura. Tuttavia, i requisiti applicabili nell'EU e in UK potrebbero essere soggetti a variazioni, in particolare alla luce degli sviluppi relativi alla Brexit. Ti invitiamo a consultare le attuali linee guida dell'UK sulla Brexit applicabili ai tuoi prodotti (se disponibili) per maggiori informazioni sulle modifiche che potrebbero interessare la tua attività di vendita dopo la fine del periodo di transizione.

Introduzione

I. Requisiti EU:

Tutti gli articoli alimentari venduti sui siti web europei di Amazon devono essere conformi al Regolamento europeo relativo alla fornitura di informazioni alimentari ai consumatori. (Per maggiori informazioni, consulta il Regolamento EU 1169/2011/CE e il Regolamento FIC dell'EU). Questa legislazione stabilisce i requisiti obbligatori per l'etichettatura dei prodotti alimentari.

Per la vendita a distanza (come la vendita di prodotti online), è necessario fornire informazioni obbligatorie sia presso il punto vendita (pagina prodotto) sia presso il punto di consegna (nel momento in cui la merce viene ricevuta dal cliente). Le informazioni possono essere fornite presso il punto vendita mediante immagini chiare del prodotto stesso e/o inserendo del testo nella pagina prodotto (le immagini e le informazioni riportate nella pagina prodotto non devono essere in contraddizione).

Di seguito sono riportati i requisiti principali dell'EU per l'etichettatura degli alimenti preimballati.

II. Requisiti UK

I prodotti alimentari messi a disposizione per la prima volta in UK entro il 31 dicembre 2020 devono essere conformi al Regolamento FIC dell'EU.

I prodotti resi disponibili per la prima volta nell'EU o in UK entro il 31 dicembre 2020 possono continuare a circolare fino a raggiungere l'utilizzatore finale e non devono necessariamente rispettare le modifiche che entreranno in vigore a partire dal 1 gennaio 2021. Ti consigliamo di conservare tutta la documentazione relativa ai tuoi prodotti, compresi i contratti di vendita, le fatture e i documenti relativi alla spedizione delle merci per la distribuzione, per essere in grado di dimostrare quando sono stati messi a disposizione per la prima volta in UK o nell'EU.

I prodotti alimentari resi disponibili per la prima volta in Gran Bretagna (Inghilterra, Scozia e Galles) dopo il 31 dicembre 2020 dovranno essere conformi a una versione modificata del Regolamento FIC dell'EU come conseguenza delle Normative sui prodotti alimentari 2019/529 e relativi emendamenti a seguito dell'uscita dall'EU. Si applicano regole diverse ai prodotti venduti nelle seguenti aree geografiche: (1) Gran Bretagna (Inghilterra, Scozia e Galles) e (2) Irlanda del Nord.

Per la vendita a distanza (come la vendita di prodotti online), è necessario fornire informazioni obbligatorie sia presso il punto vendita (pagina prodotto) sia presso il punto di consegna (nel momento in cui la merce viene ricevuta dal cliente). Le informazioni possono essere fornite presso il punto vendita mediante immagini chiare del prodotto stesso e/o inserendo del testo nella pagina prodotto (le immagini e le informazioni riportate nella pagina prodotto non devono essere in contraddizione).

Di seguito sono riportati i requisiti principali dell'UK per l'etichettatura degli alimenti preimballati.

I. Requisiti EU

Ambito di applicazione

Per alimento (o prodotto alimentare) si intende qualsiasi sostanza o prodotto, trasformato, parzialmente trasformato o non trasformato, destinato a essere ingerito o che si prevede ragionevolmente che possa essere ingerito da esseri umani.

Di seguito sono forniti alcuni esempi di alimenti:

  • Latte in polvere per neonati e alimenti per lo svezzamento
  • Prodotti da forno e di panetteria
  • Bevande (tra cui birre, vini e liquori)
  • Piatti pronti
  • Pasti sostitutivi
  • Conserve in scatola
  • Cereali
  • Condimenti e creme spalmabili
  • Integratori alimentari (compresi gli integratori nutrizionali, per la salute e per la bellezza)
  • Cesti regalo
  • Pasta e cereali
  • Snack e dessert
  • Liquidi (ad esempio, integratori bevibili, zuppe, ecc.)

Ulteriori requisiti potrebbero essere necessari in relazione ad altri alimenti, per esempio:

Prodotti preimballati

Questa guida è applicabile agli alimenti preimballati. I prodotti preimballati sono alimenti che sono stati imballati prima della messa in vendita e che non possono essere alterati senza aprire o modificare l'imballaggio. Per esempio, cibi surgelati, frutta in scatola e prodotti da dispensa come cereali e biscotti.

Requisiti obbligatori per il sito web e gli articoli preimballati

A seconda della natura del prodotto, sull'etichetta del prodotto è necessario specificare alcune informazioni obbligatorie. Per informazioni più dettagliate sui requisiti applicabili, consulta quanto riportato di seguito.

Nella pagina prodotto degli articoli preimballati devono essere presenti le seguenti informazioni nella lingua corrispondente al paese in cui è venduto il prodotto. Le informazioni devono essere visibili, leggibili e rispettare i requisiti di dimensione del carattere.

Tipologia di prodotto Posizionamento delle informazioni Obbligatorio Obbligatorio se applicabile Consigliato per migliorare l'esperienza di acquisto dei clienti
Articolo preimballato Etichettatura fisica (sulla confezione o su un'etichetta aggiunta al prodotto)
  • Denominazione legale dell'alimento (fai riferimento al punto 1 riportato di seguito)
  • Quantità netta (peso)
  • Indicazione della durata di conservazione ((i) il termine minimo di conservazione con la dicitura "da consumarsi preferibilmente entro" o (ii) la data di scadenza con l'avvertenza "da consumare entro" nei casi in cui gli alimenti siano altamente deperibili e dopo un breve periodo possano rappresentare un pericolo immediato per la salute umana)
  • Informazioni sull'azienda: nome e indirizzo dell'operatore del settore alimentare nell'EU
  • Elenco degli ingredienti (fai riferimento al punto 3 riportato di seguito) Informazioni sugli allergeni
  • Etichettatura del paese di origine (fai riferimento al punto 4 riportato di seguito)
  • Gradazione alcolica per bevande con grado alcolico superiore all'1,2%
  • QUID
  • Condizioni speciali di conservazione
  • Istruzioni per l'uso
  • Informazioni nutrizionali (fai riferimento al punto 5 riportato di seguito)
  • Riciclaggio
  • Etichettatura parte anteriore dell’imballaggio (assunzioni di riferimento/codice colore)
  • Numero assistenza clienti
  • Indirizzo del sito web aziendale
  • Indicazioni nutrizionali e sulla salute
  • Ulteriori avvertenze relative alla necessità di fare esercizio e seguire una dieta sana, al fatto che i prodotti siano stati imballati in gas, che siano stati prodotti a partire da ingredienti geneticamente modificati o, ad esempio, indicazioni in merito alla data di congelamento per carne e pesce, all'origine biologica del prodotto, alla presenza di edulcoranti, di acido glicirrizico o del sale di ammonio corrispondente, di un elevato tenore di caffeina, di fitosteroli aggiunti e di ingredienti geneticamente modificati.
Articolo preimballato Pagina prodotto
  • Tuttavia, come accennato in precedenza, non è obbligatorio specificare la durata di conservazione e riportare il numero di lotto.
Come sopra menzionato Come sopra menzionato


  1. La denominazione legale del prodotto deve includere o essere corredata da informazioni relative al suo stato fisico, per esempio in polvere, ricongelato, liofilizzato, surgelato, concentrato, affumicato. Dovrebbe inoltre indicare se l'alimento è stato sottoposto a processi fisici quali, ad esempio, irradiazione o pastorizzazione.
  2. Si applicano deroghe al requisito relativo all'indicazione della durata di conservazione per i prodotti riportati di seguito, su cui è possibile inserire un numero di LOTTO:
    • Prodotti ortofrutticoli freschi che non sono stati sbucciati, tagliati o che non hanno subito trattamenti analoghi (esclusi i semi germogliati e prodotti simili, come i germogli di leguminose)
    • Vini, vini liquorosi, vini spumanti e prodotti simili ottenuti da frutta diversa dall'uva
    • Bevande con gradazione alcolica pari o superiore al 10%
    • Prodotti di panetteria o di pasticceria normalmente consumati entro 24 ore dalla produzione
    • Aceto
    • Sale da cucina
    • Zucchero allo stato solido
    • Prodotti dolciari costituiti quasi esclusivamente da zuccheri aromatizzati e/o colorati
    • Gomme da masticare e prodotti analoghi
  3. È possibile che si applichino deroghe come quelle previste, ad esempio, per i prodotti ortofrutticoli freschi, per l'acqua gassata, per gli aceti fermentati, per i cibi composti da un unico ingrediente inclusi formaggio, burro, panna, latte fermentato e per le bevande contenenti più dell’1,2% di alcol.
  4. Non si applicano deroghe per le carni bovine, il pesce, il miele, l'olio di oliva e per i prodotti ortofrutticoli freschi. L'etichettatura è necessaria per generi alimentari come la carne di pollo fresca, refrigerata e congelata, di ovino, di suino e di caprino e in tutti quei casi in cui il consumatore può essere fuorviato in merito all'origine del prodotto. Consulta il Glossario per maggiori informazioni.
  5. Non è richiesta l'etichettatura nutrizionale obbligatoria per i prodotti elencati nell'Allegato V del Regolamento 1169/2011/CE. I prodotti recanti indicazioni nutrizionali e sulla salute in conformità al Regolamento 1924/2006/CE e alle relative modifiche devono presentare l'etichettatura nutrizionale obbligatoria.
Nota: Tali regole generali si aggiungono alle specifiche normative esistenti in merito ad alimenti particolari come le confetture, il pesce, il miele, il caffè, il cioccolato, i succhi di frutta, l'acqua minerale e la carne bovina.

Etichettatura per gli allergeni

Nell'elenco degli ingredienti è necessario evidenziare gli ingredienti identificati come allergenici.

Gli ingredienti riportati di seguito sono allergeni. Se un alimento contiene uno qualsiasi dei seguenti allergeni, è necessario evidenziarlo nell'elenco degli ingredienti con un carattere tipografico distinto (ad esempio il grassetto o un colore diverso):

  • Cereali contenenti glutine, per esempio grano (compresi farro e grano khorasan), segale, orzo e avena
  • Crostacei, per esempio gamberetti, granchi, astici e gamberi
  • Uova
  • Pesce
  • Arachidi
  • Semi di soia
  • Latte (incluso il lattosio)
  • Frutta secca (ossia mandorle, nocciole, pistacchi, noci pecan, noci, noci brasiliane, macadamia o noci del Queensland)
  • Sedano (compreso il sedano rapa)
  • Senape
  • Semi di sesamo
  • Anidride solforosa e solfiti, se in un contenuto superiore a 10 milligrammi per chilogrammo o a 10 milligrammi per litro nel prodotto finito
  • Lupini, compresi semi e farina di lupini
  • Molluschi, per esempio cozze, ostriche, lumache e calamari

Indicazioni

Le indicazioni riguardanti i prodotti alimentari non devono essere false, ambigue o fuorvianti e devono essere conformi ai requisiti pertinenti (fai riferimento alle informazioni dettagliate riportate di seguito).

In generale, le seguenti indicazioni relative agli alimenti non devono essere false, ambigue o fuorvianti:

  • Quantità o dimensione
  • Prezzo
  • Ingredienti
  • Data, luogo e metodo di produzione
  • Efficienza (affermazioni in merito alle proprietà dell'alimento)
  • Persone o organizzazioni che li approvano

Sono vietate indicazioni in cui si affermi che con un alimento o uno dei suoi ingredienti si possa aiutare a trattare, prevenire o curare una malattia o una condizione avversa. Per ulteriori informazioni, consulta la sezione riportata di seguito relativa alle indicazioni sulla salute.

Inoltre, sull'etichetta e nella pagina prodotto è possibile inserire esclusivamente le indicazioni nutrizionali e sulla salute approvate in base al Regolamento EU (CE) n° 1924/2006 relativo alle indicazioni nutrizionali e sulla salute fornite sui prodotti alimentari (il "Regolamento").

Indicazioni nutrizionali

Un'indicazione nutrizionale è qualsiasi indicazione che affermi, suggerisca o sottintenda che un prodotto alimentare abbia particolari proprietà nutritive benefiche dovute alla presenza, all'assenza, all'aumento o alla riduzione dei livelli di apporto calorico o di una particolare sostanza che sia nutritiva o di altro tipo. Le indicazioni nutrizionali forniscono informazioni sulla composizione nutrizionale del cibo. Per esempio, "fonte di calcio", "basso contenuto di grassi", "elevato contenuto di fibra" e "contenuto di sale ridotto".

Per gli alimenti sono consentite esclusivamente le indicazioni nutrizionali elencate nell’Allegato al Regolamento, applicabili solo se il prodotto è conforme alle condizioni d'uso specifiche per tali indicazioni. Per esempio, “a basso contenuto di grassi” è un’indicazione applicabile solo a prodotti contenenti non più di 3 g di grassi per 100 g di prodotto solido.

Indicazioni sulla salute

Un'indicazione sulla salute è qualsiasi indicazione che affermi, suggerisca o sottintenda l'esistenza di un rapporto tra una categoria di alimenti, un alimento o uno dei suoi componenti e la salute. Sono consentite solo indicazioni sulla salute autorizzate dall'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) e dalla Commissione europea. Il Registro EU contiene un elenco di indicazioni specifiche sulla salute con l'esito della loro valutazione, autorizzata o meno, e le condizioni d'uso. Un esempio di indicazione sulla salute specifica può essere "il calcio contribuisce al mantenimento di ossa sane". Indicazioni sui benefici generali e non specifici del prodotto, come "per il tuo benessere" o "sano", sono consentite soltanto se accompagnate da un'indicazione specifica sulla salute inclusa negli elenchi del Registro EU, a patto che il prodotto soddisfi le condizioni d'uso specifiche.

Non sono consentite le seguenti indicazioni sulla salute:

  • Indicazioni false, ambigue o fuorvianti
  • Indicazioni che suggeriscano che il mancato consumo dell'alimento potrebbe avere ripercussioni sulla salute
  • Indicazioni che facciano riferimento alla percentuale o all'entità della perdita di peso
  • Indicazioni che facciano riferimento al parere di singoli medici o altri operatori sanitari
  • Indicazioni che incoraggino o tollerino il consumo eccessivo di un alimento
  • Indicazioni che implichino che una dieta equilibrata non possa fornire i nutrienti necessari
  • Indicazioni che inducano dubbi in merito alla sicurezza e/o all'adeguatezza nutrizionale di altri alimenti
  • Indicazioni che facciano riferimento a cambiamenti delle funzioni corporee che potrebbero suscitare o sfruttare timori nel consumatore.

L'impiego di indicazioni nutrizionali e sulla salute è consentito solo se ci si può aspettare che il consumatore medio comprenda gli effetti benefici del prodotto secondo la formulazione dell'indicazione. Come illustrato sopra, le indicazioni generiche sul benessere (come "super alimento" o "per il tuo benessere") devono essere accompagnate da una specifica indicazione sulla salute che spieghi perché un determinato prodotto è considerato un "super alimento". Per esempio, lo sgombro, nell'ambito di una dieta sana e bilanciata, può essere considerato un super alimento in quanto fonte di acidi grassi Omega 3. Dunque, nell'indicazione si potrebbe affermare: "Gli acidi grassi Omega 3 EPA e DHA contribuiscono a una normale funzionalità cardiaca". Tuttavia, tale indicazione dovrebbe essere accompagnata da una spiegazione circa la provenienza degli Omega 3, in cui sia specificata la quantità di mg di acido eicosapentanoico e docosaesaenoico per 100 g. Inoltre, per poter utilizzare questa indicazione sulla salute sarebbe necessario informare il cliente che l'effetto benefico si ottiene con una dose giornaliera di 250 mg di EPA e DHA.

Glossario

Questa tabella illustra i concetti citati in questa guida.

Concetto Spiegazione
"Denominazione" dell'alimento Alcuni alimenti hanno denominazioni legali che devono essere utilizzate qualora il prodotto soddisfi determinati standard (ad esempio, la confettura). In altri casi, è possibile utilizzare i nomi usuali (ad esempio, torta Bakewell), a condizione che tale terminologia sia tradizionalmente nota ai consumatori. In caso contrario, è necessario utilizzare una denominazione descrittiva (per esempio, pasta al sugo di pomodoro).
Dichiarazione della quantità degli ingredienti (QUID) La QUID indica al consumatore la percentuale di determinati ingredienti contenuti in un prodotto alimentare.

La QUID è obbligatoria nei seguenti casi:

  • L'ingrediente è presente nel nome del prodotto, per esempio yogurt alla pesca.
  • La categoria dell'ingrediente è presente nel nome dell'alimento, per esempio bastoncini di pesce.
  • Nella denominazione del cibo viene utilizzato un ingrediente composto, per esempio lasagne di pesce.
  • Il prodotto è identificato mediante un nome usuale senza ulteriori spiegazioni, per esempio chili con carne.
  • L'ingrediente è essenziale per caratterizzare l'alimento e distinguerlo da altri prodotti con i quali potrebbe essere confuso.

Informazioni sull'azienda Nome e indirizzo commerciale del produttore Se il produttore ha sede al di fuori dell'EU, è necessario fornire i dati della società che importa i prodotti alimentari nell'EU.
Indicazione della durata di conservazione La lista di seguito indica i prodotti che devono riportare il numero di lotto, ma non la dicitura "da consumarsi preferibilmente entro" o "da consumare entro":
  • Prodotti ortofrutticoli freschi che non sono stati sbucciati, tagliati o che non hanno subito trattamenti analoghi (esclusi i semi germogliati e prodotti simili, come i germogli di leguminose)
  • Vini, vini liquorosi, vini spumanti, vini aromatizzati e prodotti simili ottenuti da frutta diversa dall'uva
  • Bevande a base di uve fermentate o mosti di uve
  • Bevande con gradazione alcolica pari o superiore al 10%
  • Prodotti di panetteria o di pasticceria normalmente consumati entro 24 ore dalla produzione
  • Aceto
  • Sale da cucina
  • Zucchero allo stato solido
  • Dolciumi costituiti quasi esclusivamente da zuccheri aromatizzati e/o colorati
  • Gomme da masticare e prodotti analoghi
Informazioni nutrizionali Le informazioni nutrizionali sono obbligatorie per la maggior parte degli alimenti preimballati (a meno che non siano esenti) e devono essere fornite per 100 g o per 100 ml di prodotto. Di seguito ne viene riportato un esempio:
  • Valori tipici per 100 g
  • Energia: 862 kJ/206 kcal
  • Grassi: 0,0 g
  • Di cui saturi: 4,2 g
  • Carboidrati: 20,2 g
  • Di cui zuccheri: 1,1 g
  • Fibre: 2,6 g
  • Proteine: 7,6 g
  • Sale: 0,95 g
Indicazioni di conservazione Se la durata di conservazione è specificata con la dicitura "da consumare entro", è obbligatorio indicare le istruzioni di conservazione.
Riciclaggio Indicare chiaramente se l'imballaggio è riciclabile.
Paese di origine
  • Obbligatorio per alcuni prodotti ai sensi di altre disposizioni dell'EU (tra cui carne bovina, miele, frutta, verdura, pesce, olio d'oliva)
  • Per le carni non trasformate provenienti da bovini, suini, ovini, caprini e pollame è necessario aggiungere anche le indicazioni relative alle località di allevamento e di macellazione.
  • È obbligatorio indicare il paese di origine laddove una sua mancata specificazione sarebbe fuorviante. A titolo di esempio, tale indicazione è applicabile a generi alimentari prodotti in Spagna ma sulla cui confezione sia riportata la dicitura "Il gusto dell'Italia".
  • Qualora il paese di origine o il luogo di provenienza di un prodotto alimentare non corrispondano a quello dell'ingrediente principale, è necessario indicare il paese d'origine o il luogo di provenienza di quest'ultimo. Ad esempio, "prodotto in Francia utilizzando prosciutto danese".
  • Secondo il Regolamento EU 2011/1169, è necessario specificare quale sia esattamente il paese di origine del prodotto, che può essere anche uno solo. Tuttavia, alcuni prodotti possono essere stagionali e la loro origine potrebbe variare o potrebbero essere reperiti in luoghi diversi nel corso dell'anno. L'obiettivo principale è fornire al cliente informazioni chiare e non fuorvianti sulla provenienza del prodotto al momento della vendita. Se per un unico prodotto vi sono diversi paesi di origine, è consigliabile riportarli tutti nella pagina prodotto. Tuttavia, in tal caso occorre includere una dichiarazione che chiarisca che, alla luce di variazioni stagionali o di altro tipo, l'origine può cambiare e non può essere considerata definitiva. È importante che il paese di origine di ciascun prodotto venga correttamente indicato sull'etichetta durante la consegna al consumatore.
  • Ti ricordiamo che la politica commerciale di Amazon attualmente applicata in tutto il mondo prevede restrizioni alla vendita dei prodotti provenienti da determinati paesi. Se desideri saperne di più, consulta la sezione "Prodotti provenienti da paesi e regioni soggetti a restrizioni" di questo documento.
Indicazioni e avvertenze sui prodotti Vanno specificate quando i consumatori devono essere avvertiti di un rischio particolare che non sia quello dovuto agli allergeni, nel qual caso l'indicazione è obbligatoria. Per esempio, “contiene una fonte di fenilalanina” per tutti i prodotti contenenti il dolcificante aspartame.

Le indicazioni nutrizionali e sulla salute sono soggette a requisiti specifici (consulta la sezione sulle indicazioni nutrizionali e sulla salute di cui sopra).

Informazioni aggiuntive

Per maggiori informazioni, ti consigliamo di consultare le seguenti pagine:

II. Requisiti UK

Ambito di applicazione

Le Normative UK si applicano a tutti i prodotti venduti in UK, ma le disposizioni vengono recepite diversamente da Gran Bretagna (Inghilterra, Scozia e Galles, "GB") e Irlanda del Nord. Di seguito trovi maggiori informazioni sulle condizioni in vigore in Irlanda del Nord ("NI").

Per alimento (o prodotto alimentare) si intende qualsiasi sostanza o prodotto, trasformato, parzialmente trasformato o non trasformato, destinato a essere ingerito o che si prevede ragionevolmente che possa essere ingerito da esseri umani.

Di seguito sono forniti alcuni esempi di alimenti:

  • Latte in polvere per neonati e alimenti per lo svezzamento
  • Prodotti da forno e di panetteria
  • Bevande (tra cui birre, vini e liquori)
  • Piatti pronti
  • Pasti sostitutivi
  • Conserve in scatola
  • Cereali
  • Condimenti e creme spalmabili
  • Integratori alimentari (compresi gli integratori nutrizionali, per la salute e per la bellezza)
  • Cesti regalo
  • Pasta e cereali
  • Snack e dessert
  • Liquidi (ad esempio, integratori bevibili, zuppe, ecc.)

Ulteriori requisiti potrebbero essere necessari in relazione ad altri alimenti, per esempio:

  • Integratori alimentari (Normative britanniche del 2003 sugli integratori alimentari come successivamente modificate e regolamenti equivalenti in Galles, Scozia e Irlanda del Nord).
  • Pasti sostitutivi
  • Latte artificiale per neonati
  • Confetture (Normative britanniche del 2003 sulle confetture e regolamenti equivalenti in Galles, Scozia e Irlanda del Nord)
  • Pesce (Regolamento EU n° 1379/2013 così come mantenuto e modificato dalla legislazione UK post-Brexit tramite le Normative 2019/739 sulla politica comune della pesca e relativi emendamenti a seguito dell'uscita dall'EU)
  • Miele (Normative britanniche relative al miele del 2015 e regolamenti equivalenti in Galles, Scozia e Irlanda del Nord)
  • Caffè (Normative britanniche relative agli estratti di caffè e di cicoria del 2001 e regolamenti equivalenti in Galles, Scozia e Irlanda del Nord)
  • Cioccolato (Normative britanniche relative ai prodotti di cacao e di cioccolata del 2003 e regolamenti equivalenti in Galles, Scozia e Irlanda del Nord)
  • Succhi di frutta (Normative britanniche relative ai succhi e nettari di frutta del 2013 e regolamenti equivalenti in Galles, Scozia e Irlanda del Nord)
  • Acqua minerale
  • Carni bovine (Regolamento EU n° 1825/2000 così come mantenuto e modificato dalla legislazione UK)
  • Alimenti contenenti o prodotti a partire da OGM (Regolamento EU 1830/2003 così come mantenuto e modificato dalla legislazione UK post-Brexit tramite le Normative 2019/90 sugli organismi geneticamente modificati e relativi emendamenti a seguito dell'uscita dall'EU)
  • Birra, vino e alcolici

Prodotti preimballati

Questa guida è applicabile agli alimenti preimballati. I prodotti preimballati sono alimenti che sono stati imballati prima della messa in vendita e che non possono essere alterati senza aprire o modificare l'imballaggio. Per esempio, cibi surgelati, frutta in scatola e prodotti da dispensa come cereali e biscotti.

Requisiti obbligatori per il sito web e gli articoli preimballati

A seconda della natura del prodotto, sull'etichetta del prodotto è necessario specificare alcune informazioni obbligatorie. Per informazioni più dettagliate sui requisiti applicabili, consulta la tabella che trovi di seguito.

Nella pagina prodotto degli articoli preimballati devono essere presenti le seguenti informazioni fornite nella lingua corrispondente al paese in cui è venduto il prodotto. Le informazioni devono essere visibili, leggibili e rispettare i requisiti di dimensione del carattere.

Tipologia di prodotto Posizionamento delle informazioni Obbligatorio Obbligatorio se applicabile Consigliato per migliorare l'esperienza di acquisto dei clienti
Articolo preimballato Etichettatura fisica (sulla confezione o su un'etichetta aggiunta al prodotto)
  • Denominazione legale dell'alimento (fai riferimento al punto 1 riportato di seguito)
  • Quantità netta (peso)
  • Indicazione della durata di conservazione ((i) il termine minimo di conservazione con la dicitura "da consumarsi preferibilmente entro" o (ii) la data di scadenza con l'avvertenza "da consumare entro" nei casi in cui gli alimenti siano altamente deperibili e dopo un breve periodo possano rappresentare un pericolo immediato per la salute umana)
  • Informazioni sull'azienda: nome e indirizzo dell'operatore del settore alimentare nell'EU
  • Elenco degli ingredienti (fai riferimento al punto 3 riportato di seguito) Informazioni sugli allergeni
  • Etichettatura del paese di origine (fai riferimento al punto 4 riportato di seguito)
  • Gradazione alcolica per bevande con grado alcolico superiore all'1,2%
  • QUID
  • Condizioni speciali di conservazione
  • Istruzioni per l'uso
  • Informazioni nutrizionali (fai riferimento al punto 5 riportato di seguito)
  • Riciclaggio
  • Etichettatura parte anteriore dell’imballaggio (assunzioni di riferimento/codice colore)
  • Numero assistenza clienti
  • Indirizzo del sito web aziendale
  • Indicazioni nutrizionali e sulla salute
  • Ulteriori avvertenze relative alla necessità di fare esercizio e seguire una dieta sana, al fatto che i prodotti siano stati imballati in gas, che siano stati prodotti a partire da ingredienti geneticamente modificati o, ad esempio, indicazioni in merito alla data di congelamento per carne e pesce, all'origine biologica del prodotto, alla presenza di edulcoranti, di acido glicirrizico o del sale di ammonio corrispondente, di un elevato tenore di caffeina, di fitosteroli aggiunti e di ingredienti geneticamente modificati.
Articolo preimballato Pagina prodotto
  • Tuttavia, come accennato in precedenza, non è obbligatorio specificare la durata di conservazione e riportare il numero di lotto.
Come sopra menzionato Come sopra menzionato

  1. La denominazione legale del prodotto deve includere o essere corredata da informazioni relative al suo stato fisico, per esempio in polvere, ricongelato, liofilizzato, surgelato, concentrato, affumicato. Dovrebbe inoltre indicare se è stato sottoposto a processi fisici come, ad esempio, l'irradiazione o la pastorizzazione.
  2. Si applicano deroghe al requisito relativo all'indicazione della durata di conservazione per i prodotti riportati di seguito, su cui è possibile inserire un numero di LOTTO:
    • Prodotti ortofrutticoli freschi che non sono stati sbucciati, tagliati o che non hanno subito trattamenti analoghi (esclusi i semi germogliati e prodotti simili, come i germogli di leguminose)
    • Vini, vini liquorosi, vini spumanti e prodotti simili ottenuti da frutta diversa dall'uva
    • Bevande con gradazione alcolica pari o superiore al 10%
    • Prodotti di panetteria o di pasticceria normalmente consumati entro 24 ore dalla produzione
    • Aceto
    • Sale da cucina
    • Zucchero allo stato solido
    • Prodotti dolciari costituiti quasi esclusivamente da zuccheri aromatizzati e/o colorati
    • Gomme da masticare e prodotti analoghi
  3. È possibile che si applichino deroghe come quelle previste, ad esempio, per i prodotti ortofrutticoli freschi, per l'acqua gassata, per gli aceti fermentati, per i cibi composti da un unico ingrediente inclusi formaggio, burro, panna, latte fermentato e per le bevande contenenti più dell’1,2% di alcol.
  4. Non si applicano deroghe per le carni bovine, il pesce, il miele, l'olio di oliva e per i prodotti ortofrutticoli freschi. L'etichettatura è necessaria per generi alimentari come la carne di pollo fresca, refrigerata e congelata, di ovino, di suino e di caprino e in tutti quei casi in cui il consumatore può essere fuorviato in merito all'origine del prodotto. Consulta il Glossario per maggiori informazioni.
  5. Non è richiesta l'etichettatura nutrizionale obbligatoria per i prodotti elencati nell'Allegato V del Regolamento 1169/2011/CE (come mantenuto e modificato dalla legge UK). I prodotti recanti indicazioni nutrizionali e sulla salute in conformità al Regolamento 1924/2006/CE e alle relative modifiche devono presentare l'etichettatura nutrizionale obbligatoria.
Nota: Tali regole generali si aggiungono alle specifiche normative esistenti in merito ad alimenti particolari come le confetture, il pesce, il miele, il caffè, il cioccolato, i succhi di frutta, l'acqua minerale e la carne bovina.

Etichettatura per gli allergeni

Gli ingredienti riportati di seguito sono allergeni. Se un alimento contiene uno qualsiasi di questi allergeni, è necessario evidenziarlo con un carattere tipografico distinto (ad esempio, le lettere maiuscole).

Di seguito è riportato l'elenco di tutte le sostanze o i prodotti che causano allergie o intolleranze secondo le indicazioni dell'Allegato II del Regolamento 1169/2011/CE (come mantenuto e modificato dalla legge UK):

  • I cereali contenenti glutine, vale a dire grano, segale, orzo, avena, farro, kamut o i loro ceppi ibridati e i rispettivi prodotti (ad eccezione di sciroppi di glucosio a base di grano incluso il destrosio, delle maltodestrine a base di grano, degli sciroppi di glucosio a base di orzo e dei cereali utilizzati per la preparazione di distillati alcolici compresi gli alcol etilici)
  • I crostacei e i prodotti derivati
  • Le uova e i prodotti derivati
  • Il pesce e i prodotti derivati (ad eccezione della gelatina di pesce utilizzata come supporto per le preparazioni di vitamine o di carotenoidi e della gelatina o colla di pesce utilizzata come chiarificante nella birra e nel vino)
  • Le arachidi e i prodotti derivati
  • I semi di soia e i prodotti derivati (ad eccezione dell'olio e dei grassi di soia completamente raffinati, dei tocoferoli misti naturali (E306), del tocoferolo D-alfa naturale, del tocoferolo acetato D-alfa naturale, del tocoferolo succinato D-alfa naturale a base di soia, degli oli vegetali derivati da fitosteroli e fitosteroli esteri a base di soia e degli esteri di stanolo vegetale prodotto da steroli di olio vegetale a base di soia)
  • Il latte e i prodotti derivati (tra cui il lattosio, fatta eccezione per il lattitolo e per il latte utilizzato durante la preparazione di distillati alcolici, incluso l'alcol etilico)
  • La frutta secca, vale a dire mandorle, nocciole, noci, anacardi, noci pecan, noci brasiliane, pistacchi, noci di macadamia o del Queensland e prodotti derivati (ad eccezione della frutta secca utilizzata per la preparazione di distillati alcolici, incluso l'alcol etilico)
  • Il sedano e i prodotti derivati
  • La senape e i prodotti derivati
  • I semi di sesamo e i prodotti derivati
  • L'anidride solforosa e i solfiti in concentrazioni superiori a 10 mg/kg o 10 mg/litro per SO2 totale nei prodotti pronti per il consumo
  • I lupini e i prodotti derivati
  • I molluschi e i prodotti derivati

Indicazioni

Le indicazioni riguardanti i prodotti alimentari non devono essere false, ambigue o fuorvianti e devono essere conformi ai requisiti pertinenti.

In generale, le seguenti indicazioni relative agli alimenti non devono essere false, ambigue o fuorvianti:

  • Quantità o dimensione
  • Prezzo
  • Ingredienti
  • Data, luogo e metodo di produzione
  • Efficienza (affermazioni in merito alle proprietà dell'alimento)
  • Persone o organizzazioni che li approvano

Sono vietate indicazioni in cui si affermi che con un alimento o uno dei suoi ingredienti si possa aiutare a trattare, prevenire o curare una malattia o una condizione avversa. Per ulteriori informazioni, consulta la sezione riportata di seguito relativa alle indicazioni sulla salute.

Inoltre, sull'etichetta e nella pagina prodotto possono essere utilizzate solo indicazioni nutrizionali e sulla salute approvate ai sensi del Regolamento EU (CE) n° 1924/2006 (come mantenuto e modificato dalla legislazione UK tramite il Regolamento 2019/651 e relative modifiche in materia di nutrizione e salute a seguito dell'uscita dall'EU)

Indicazioni nutrizionali

Un'indicazione nutrizionale è qualsiasi indicazione che affermi, suggerisca o sottintenda che un prodotto alimentare abbia particolari proprietà nutritive benefiche dovute alla presenza, all'assenza, all'aumento o alla riduzione dei livelli di apporto calorico o di una particolare sostanza che sia nutritiva o di altro tipo. Le indicazioni nutrizionali forniscono informazioni sulla composizione nutrizionale del cibo. Per esempio, "fonte di calcio", "basso contenuto di grassi", "elevato contenuto di fibra" e "contenuto di sale ridotto".

Per gli alimenti sono consentite esclusivamente le indicazioni nutrizionali elencate nell’Allegato al Regolamento, applicabili solo se il prodotto è conforme alle condizioni d'uso specifiche per tali indicazioni. Per esempio, "a basso contenuto di grassi" è un’indicazione applicabile solo a prodotti contenenti non più di 3 g di grassi per 100 g di prodotto solido.

Indicazioni sulla salute

Un'indicazione sulla salute è qualsiasi indicazione che affermi, suggerisca o sottintenda l'esistenza di un rapporto tra una categoria di alimenti, un alimento o uno dei suoi componenti e la salute. Sono consentite solo indicazioni sulla salute autorizzate dalle autorità competenti elencate di seguito:

  • Inghilterra: Secretary of State for Health and Social Care
  • Scozia: Ministri scozzesi
  • Galles: Ministri gallesi
  • Irlanda del Nord: il Department of Health

Fino al termine del periodo di transizione a seguito della Brexit (attualmente il 31 dicembre 2020), si sono utilizzati come riferimento l'elenco di indicazioni specifiche sulla salute con l'esito della loro valutazione, autorizzata o meno, e le condizioni d'uso del Registro EU.

Al termine del periodo di transizione a seguito della Brexit (attualmente il 31 dicembre 2020), le autorità UK sono diventate responsabili di un registro contenente un elenco di indicazioni specifiche sulla salute con l'esito della loro valutazione, autorizzata o meno, e le condizioni d'uso.

Non sono consentite le seguenti indicazioni sulla salute:

  • Indicazioni false, ambigue o fuorvianti
  • Indicazioni che suggeriscano che il mancato consumo dell'alimento potrebbe avere ripercussioni sulla salute
  • Indicazioni che facciano riferimento alla percentuale o all'entità della perdita di peso
  • Indicazioni che facciano riferimento al parere di singoli medici o altri operatori sanitari
  • Indicazioni che incoraggino o tollerino il consumo eccessivo di un alimento
  • Indicazioni che implichino che una dieta equilibrata non possa fornire i nutrienti necessari
  • Indicazioni che inducano dubbi in merito alla sicurezza e/o all'adeguatezza nutrizionale di altri alimenti
  • Indicazioni che facciano riferimento a cambiamenti delle funzioni corporee che potrebbero suscitare o sfruttare timori nel consumatore.

L'impiego di indicazioni nutrizionali e sulla salute è consentito solo se ci si può aspettare che il consumatore medio comprenda gli effetti benefici del prodotto secondo la formulazione dell'indicazione. Come illustrato sopra, le indicazioni generiche sul benessere (come "super alimento", "per il tuo benessere") devono essere accompagnate da una specifica indicazione sulla salute che spieghi perché un determinato prodotto è considerato un "super alimento". Per esempio, lo sgombro, nell'ambito di una dieta sana e bilanciata, può essere considerato un super alimento in quanto fonte di acidi grassi Omega 3. Dunque, nell'indicazione si potrebbe affermare: "Gli acidi grassi Omega 3 EPA e DHA contribuiscono alla normale funzionalità cardiaca". Tale documento deve essere accompagnato da una spiegazione circa la provenienza degli Omega 3, in cui sia specificata la quantità di mg di acido eicosapentanoico e docosaesaenoico per 100 g. Inoltre, per poter utilizzare questa indicazione sulla salute è necessario informare il cliente che l'effetto benefico si ottiene con una dose giornaliera di 250 mg di EPA e DHA.

Glossario

Questa tabella illustra i concetti a cui si fa riferimento nella guida.

Concetto Spiegazione
Denominazione dell'alimento Alcuni alimenti hanno denominazioni legali che devono essere utilizzate qualora il prodotto soddisfi determinati standard (ad esempio, la confettura). In altri casi, è possibile utilizzare i nomi usuali (ad esempio, torta Bakewell), a condizione che tale terminologia sia tradizionalmente nota ai consumatori. In caso contrario, è necessario utilizzare una denominazione descrittiva (per esempio, pasta al sugo di pomodoro).
Dichiarazione della quantità degli ingredienti (QUID)

La QUID indica al consumatore le percentuali di determinati ingredienti in ciascun prodotto alimentare.

La QUID è obbligatoria nei seguenti casi:

  • Quando l'ingrediente è presente nel nome del prodotto, per esempio yogurt alla pesca.
  • Quando la categoria dell'ingrediente è presente nel nome dell'alimento, per esempio bastoncini di pesce.
  • Quando nella denominazione del prodotto viene utilizzato un ingrediente composto, per esempio lasagne di pesce.
  • Quando il prodotto è identificato mediante un nome usuale senza ulteriori spiegazioni, per esempio chili con carne.
  • Quando l'ingrediente è essenziale per caratterizzare l'alimento e distinguerlo da altri prodotti con i quali potrebbe essere confuso.

Informazioni sull'azienda Nome e indirizzo commerciale del produttore. Se il produttore ha sede al di fuori dell'UK, è necessario fornire i dati della società che importa i prodotti alimentari in UK.
Indicazione della durata di conservazione

La lista di seguito indica i prodotti che devono riportare il numero di lotto, ma non la dicitura "da consumarsi preferibilmente entro" o "da consumare entro":

  • Prodotti ortofrutticoli freschi che non sono stati sbucciati, tagliati o che non hanno subito trattamenti analoghi (esclusi i semi germogliati e prodotti simili, come i germogli di leguminose)
  • Vini, vini liquorosi, vini spumanti, vini aromatizzati e prodotti simili ottenuti da frutta diversa dall'uva
  • Bevande a base di uve fermentate o mosti di uve
  • Bevande con gradazione alcolica pari o superiore al 10%
  • Prodotti di panetteria o di pasticceria normalmente consumati entro 24 ore dalla produzione
  • Aceto
  • Sale da cucina
  • Zucchero allo stato solido
  • Dolciumi costituiti quasi esclusivamente da zuccheri aromatizzati e/o colorati
  • Gomme da masticare e prodotti analoghi

Informazioni nutrizionali

Le informazioni nutrizionali sono obbligatorie per la maggior parte degli alimenti preimballati (a meno che non siano esenti) e devono essere fornite per 100 g o per 100 ml di prodotto. Di seguito ne viene riportato un esempio:

  • Valori tipici per 100 g
  • Energia: 862 kJ/206 kcal
  • Grassi: 0,0 g
  • Di cui saturi: 4,2 g
  • Carboidrati: 20,2 g
  • Di cui zuccheri: 1,1 g
  • Fibre: 2,6 g
  • Proteine: 7,6 g
  • Sale: 0,95 g

Indicazioni di conservazione Se la durata di conservazione è specificata con la dicitura "da consumare entro", è obbligatorio indicare le istruzioni di conservazione.
Riciclaggio Indicare chiaramente se l'imballaggio è riciclabile.
Paese di origine
  • Obbligatorio per alcuni prodotti ai sensi di altre disposizioni dell'UK (tra cui carne bovina, miele, frutta, verdura, pesce, olio d'oliva)
  • Per le carni non trasformate provenienti da bovini, suini, ovini, caprini e pollame è necessario aggiungere anche le indicazioni relative alle località di allevamento e di macellazione.
  • È obbligatorio indicare il paese di origine laddove una sua mancata specificazione sarebbe fuorviante. A titolo d'esempio, tale indicazione è applicabile a generi alimentari prodotti in UK ma sulla cui confezione sia riportata la dicitura "Il gusto dell'Italia".
  • Qualora il paese di origine o il luogo di provenienza di un prodotto alimentare non corrispondano a quello dell'ingrediente principale, è necessario indicare il paese d'origine o il luogo di provenienza di quest'ultimo. Ad esempio, "prodotto in Inghilterra utilizzando prosciutto danese".
  • Secondo il Regolamento EU 2011/1169 (come mantenuto e modificato dalla legge UK) è necessario specificare quale sia esattamente il paese di origine del prodotto, che può essere anche uno solo. Tuttavia, alcuni prodotti possono essere stagionali e la loro origine potrebbe variare o potrebbero essere reperiti in luoghi diversi nel corso dell'anno. L'obiettivo principale è fornire al cliente informazioni chiare e non fuorvianti sulla provenienza del prodotto al momento della vendita. Se per un unico prodotto vi sono diversi paesi di origine, è consigliabile riportarli tutti nella pagina prodotto. Tuttavia, in tal caso occorre includere una dichiarazione che chiarisca che, alla luce di variazioni stagionali o di altro tipo, l'origine può cambiare e non può essere considerata definitiva. È importante che il paese di origine di ciascun prodotto venga correttamente indicato sull'etichetta durante la consegna al consumatore.
  • Ti ricordiamo che la politica commerciale di Amazon attualmente applicata in tutto il mondo prevede restrizioni alla vendita dei prodotti provenienti da determinati paesi. Maggiori informazioni sono disponibili qui, all'interno della sezione "Prodotti provenienti da paesi e regioni soggetti a restrizioni".
Indicazioni e avvertenze sui prodotti

Vanno specificate quando i consumatori devono essere avvertiti di un rischio particolare che non sia quello dovuto agli allergeni, nel qual caso l'indicazione è obbligatoria. Per esempio, “contiene una fonte di fenilalanina” per tutti i prodotti contenenti il dolcificante aspartame.

Le indicazioni nutrizionali e sulla salute sono soggette a requisiti specifici. (Consulta la precedente sezione sulle indicazioni nutrizionali e sulla salute).

Irlanda del Nord

Ti ricordiamo che il 1 gennaio 2021 è entrato in vigore il Protocollo dell'Irlanda del Nord e, alla luce di ciò, le regole applicate in Irlanda del Nord ("NI") sono diverse. Nello specifico, i venditori sono tenuti a rispettare le seguenti indicazioni:

  • Devono assicurarsi che i prodotti venduti in NI soddisfino i requisiti dell'EU.
  • Si considera importatore chiunque abbia sede nell'EU o in NI e venda prodotti provenienti da un'altra area geografica (compresa la GB) in NI. I prodotti venduti in NI devono essere contrassegnati con i dettagli relativi a ogni importatore avente sede nell'EU o in NI.
  • I "prodotti idonei dell'Irlanda del Nord" potranno essere venduti in GB con il marchio CE. Il governo UK sta emanando linee guida sul funzionamento di queste procedure.

L'autorità competente per l'autorizzazione delle indicazioni sulla salute in Irlanda del Nord è il Department of Health.

BREXIT: Linee guida del governo UK

Il governo UK ha pubblicato delle linee guida sulla vendita di prodotti in GB e in NI, che diventeranno effettive dopo la Brexit. Visita la seguente pagina web del governo UK per ulteriori informazioni sulle modifiche che potrebbero interessare la tua attività a partire dal 1 gennaio 2021:

Informazioni aggiuntive

Per maggiori informazioni, ti consigliamo di consultare le seguenti pagine:

Ti invitiamo a visitare il sito web Business Companion, che contiene indicazioni sulle norme di conformità dei prodotti in UK:

Informazioni aggiuntive

Per maggiori informazioni, ti consigliamo di consultare le seguenti pagine:

Accedi per utilizzare lo strumento e ottenere assistenza personalizzata (compatibile solo con browser per computer). Accedi


Raggiungi milioni di clienti

Inizia a vendere su Amazon


© 1999-2021, Amazon.com, Inc. or its affiliates