Vendere su Amazon Accedi
Questa pagina riguarda la vendita in: Regno Unito

Regolamento sui materiali a contatto con gli alimenti

Il Regolamento (CE) n. 1935/2004 (il "Regolamento FCM") stabilisce i requisiti generali che tutti i materiali a contatto con gli alimenti devono rispettare. La legislazione UE separata stabilisce requisiti aggiuntivi per materiali specifici a contatto con gli alimenti, come il Regolamento (UE) n. 10/2011 sui materiali plastici o la Direttiva 84/500/CEE per la ceramica. Se non esistono norme specifiche dell'UE relative ai materiali, potrebbe esistere una legislazione nazionale complementare degli Stati membri. Il Regolamento FCM deve essere applicato in combinazione con il Regolamento (CE) n. 2023/2006 sulle Buone pratiche di fabbricazione (GMP), che stabilisce norme generali e dettagliate sull'applicazione delle GMP durante la fabbricazione di materiali a contatto con gli alimenti.

Se vendi materiali a contatto con gli alimenti contemplati dal Regolamento FCM, devi assicurarti che siano conformi al GMP e a qualsiasi requisito specifico per i materiali o le sostanze dell'UE o nazionali, come ceramica, pellicola di cellulosa rigenerata, metallo o plastica. È inoltre necessario rispettare le leggi e i regolamenti nazionali applicabili negli Stati membri, che integrano il Regolamento FCM.

Questa è una raccomandazione generale e non dovrebbe essere utilizzata in sostituzione di una consulenza legale. Consulta il tuo consulente legale per qualsiasi dubbio in merito alle leggi e ai regolamenti relativi ai materiali a contatto con gli alimenti che vendi.

A quali materiali a contatto con gli alimenti è applicabile il Regolamento FCM?

Il regolamento FCM si applica ai materiali e agli oggetti, compresi i materiali attivi e intelligenti a contatto con gli alimenti, che:

  • sono destinati a essere posti a contatto con gli alimenti
  • sono già in contatto con il cibo e sono stati destinati a tale scopo
  • possono ragionevolmente essere messi a contatto con gli alimenti o trasferire i loro costituenti negli alimenti in condizioni normali o prevedibili di impiego

Alcuni esempi includono: imballaggi e contenitori, attrezzature da cucina, posate, piatti e caffettiere.

Vi sono alcune esclusioni, tra cui oggetti d'antiquariato, materiali di rivestimento o di copertura (per esempio materiali che coprono bucce di formaggio, prodotti preparati a base di carne o frutta, che fanno parte dell'alimento e che potrebbero essere consumati con tali alimenti) e attrezzature fisse pubbliche o private per la fornitura di acqua.

Quali sono gli obblighi principali previsti dal Regolamento FCM?

Composizione:

i materiali e gli oggetti a contatto con gli alimenti devono essere fabbricati secondo le buone prassi di fabbricazione in modo che, in condizioni d'uso normali o prevedibili, non trasferiscano o rilascino i loro costituenti negli alimenti a livelli nocivi per la salute umana o modifichino la composizione, il gusto o l'odore degli alimenti in un modo inaccettabile.

I materiali e gli oggetti a contatto con gli alimenti devono inoltre essere conformi alle misure specifiche applicabili che riguardano:

  • elenchi di sostanze autorizzate per l'uso nella fabbricazione di materiali e oggetti; elenchi di sostanze autorizzate incorporate in materiali e oggetti attivi o intelligenti a contatto con gli alimenti
  • elenchi di materiali e oggetti attivi o intelligenti
  • se necessario, condizioni particolari di impiego di tali sostanze e/o dei materiali e degli oggetti in cui sono incorporate.

Esistono misure specifiche dell'UE sui materiali, tra cui:

  • Regolamento (UE) n. 10/2011 sui materiali plastici
  • Regolamento (CE) n. 450/2009 sui materiali attivi e intelligenti
  • Regolamento (CE) n. 282/2008 relativo ai materiali plastici riciclati
  • Direttiva 84/500/CEE per la ceramica
  • Direttiva 2007/42/CE per la pellicola di cellulosa rigenerata

Esistono misure specifiche dell'UE in materia di sostanze, tra cui:

  • Regolamento 1895/2005/CE: limitazione dell'uso di determinati derivati epossidici nei materiali a contatto con gli alimenti
  • Direttiva 93/11/CEE: rilascio di N-nitrosammine e sostanze N-nitrosabili da tettarelle e succhielli di gomma
  • Regolamento UE n. 284/2011 per gli utensili da cucina in melamina o poliammide originari o provenienti dalla Cina o da Hong Kong

I materiali e gli oggetti attivi non devono provocare cambiamenti nella composizione, nel gusto o nell'odore degli alimenti, per esempio mascherando il deterioramento degli alimenti, che potrebbero indurre in errore i consumatori. I materiali e gli oggetti intelligenti non devono fornire informazioni sulle condizioni degli alimenti che potrebbero indurre in errore i consumatori.

Nota: Per i materiali a contatto con gli alimenti senza misure specifiche dell'UE, gli Stati membri possono adottare le proprie disposizioni nazionali sui materiali a contatto con gli alimenti. È inoltre responsabilità dell'utente assicurarsi di identificare e rispettare qualsiasi legislazione applicabile degli Stati membri.

Documentazione:

una Dichiarazione di conformità (DoC) deve accompagnare i materiali a contatto con gli alimenti per i quali esistono determinati requisiti materiali a livello dell'UE. Questi requisiti specifici sono attualmente disciplinati dalla seguente legislazione:

  • Regolamento (UE) n. 10/2011 sui materiali plastici
  • Regolamento (CE) n. 450/2009 sui materiali attivi e intelligenti
  • Regolamento (CE) n. 282/2008 relativo ai materiali plastici riciclati
  • Direttiva 84/500/CEE per la ceramica
  • Direttiva 2007/42/CE per la pellicola di cellulosa rigenerata

Le misure nazionali potrebbero inoltre richiedere ai materiali a contatto con gli alimenti di possedere ulteriori dichiarazioni di conformità.

Etichettatura:

l'etichettatura, la pubblicità e la presentazione di materiali o oggetti non devono indurre in errore i consumatori.

  • I materiali e gli oggetti attivi e intelligenti devono essere adeguatamente etichettati, in modo da indicare che i materiali o gli oggetti sono attivi e/o intelligenti.
  • I materiali e gli oggetti attivi e intelligenti che sono già stati messi a contatto con gli alimenti devono essere adeguatamente etichettati, in modo che i consumatori possano identificare le parti non commestibili.

I materiali e gli oggetti che non sono ancora a contatto con gli alimenti quando sono offerti per la fornitura o la vendita devono essere accompagnati dalle seguenti informazioni. Ciò può essere indicato sui materiali/oggetti o sul loro imballaggio, sulle etichette apposte ai materiali o sul loro imballaggio:

  • la dicitura "per il contatto con gli alimenti" o un'indicazione specifica sul loro uso (per esempio la bottiglia di vino) o il simbolo contenuto nell'Allegato II del Regolamento FCM , a meno che il suo utilizzo non sia chiaramente inteso per entrare a contatto con il cibo
  • eventuali istruzioni speciali che devono essere osservate per un uso sicuro e appropriato
  • il nome o la denominazione commerciale e, in entrambi i casi, l'indirizzo o la sede legale del fabbricante, del trasformatore o del venditore responsabile dell'immissione sul mercato stabilito nella Comunità
  • nel caso di materiali e oggetti attivi:
    • informazioni sull'uso o sugli usi consentiti
    • altre informazioni pertinenti (per esempio il nome e la quantità delle sostanze rilasciate dal componente attivo). Lo scopo di tali informazioni è consentire agli operatori del settore alimentare che utilizzano tali materiali e oggetti di conformarsi a qualsiasi altra disposizione comunitaria pertinente o, in loro assenza, alle disposizioni nazionali applicabili ai prodotti alimentari, comprese le disposizioni in materia di etichettatura degli alimenti.

Tali informazioni devono essere chiaramente visibili, leggibili e indelebili e, nel caso dei primi tre punti, in una lingua facilmente comprensibile, determinata dagli Stati membri, come la lingua nazionale ufficiale.

Altri obblighi?

Anche i produttori e i distributori avranno obblighi ai sensi della Direttiva generale sulla sicurezza dei prodotti (GPSD).

Ai sensi della GPSD, i produttori hanno degli obblighi. Un produttore è un fabbricante con sede nell'UE o, in assenza di un fabbricante con sede nell'UE, il relativo importatore o rappresentante con sede nell'UE.

  • I produttori devono garantire di vendere o fornire esclusivamente prodotti sicuri.
  • I produttori devono fornire ai consumatori informazioni pertinenti per consentire loro di valutare i rischi intrinseci in un prodotto a contatto con gli alimenti nell'ambito di un uso normale o ragionevolmente prevedibile. Ciò include l'adozione di misure volte a informare i consumatori sui rischi e adottare misure appropriate, tra cui il ritiro dei prodotti dal mercato, l'avvertimento dei consumatori o il richiamo del prodotto, se necessario, per evitare rischi.
  • I produttori devono indicare i loro dati (nome, indirizzo, ecc.) sui prodotti a contatto con gli alimenti o sul loro imballaggio.
  • I produttori dovrebbero informare le autorità di vigilanza del mercato se sono a conoscenza o dovrebbero esserlo sulla base delle informazioni in loro possesso, che un materiale a contatto con gli alimenti rappresenta un rischio per i consumatori perché non soddisfa il requisito generale di sicurezza.
  • I produttori devono cooperare con le autorità di vigilanza del mercato su loro richiesta per evitare rischi derivanti da prodotti che forniscono o hanno fornito.

Per i distributori, gli obblighi comprendono:

  • un obbligo generale di dovuta diligenza per quanto riguarda i requisiti di sicurezza
  • obbligo di informare le autorità di vigilanza del mercato, se sono a conoscenza o dovrebbero esserlo sulla base di informazioni in loro possesso, che i prodotti a con materiali a contatto coi cibi presentano un rischio per i consumatori perché non sono conformi al requisito generale di sicurezza
  • obbligo di cooperare con le autorità di vigilanza del mercato su loro richiesta per evitare i rischi posti dai prodotti che forniscono o hanno fornito.

Informazioni aggiuntive

Visita il sito web della Commissione europea per maggiori informazioni sul Regolamento FCM nell'UE:

https://ec.europa.eu/food/safety/chemical_safety/food_contact_materials_en

https://www.efsa.europa.eu/en/topics/topic/food-contact-materials

Accedi per utilizzare lo strumento e ottenere assistenza personalizzata (compatibile solo con browser per computer). Accedi


Raggiungi milioni di clienti

Inizia a vendere su Amazon


© 1999-2021, Amazon.com, Inc. or its affiliates